giovedì 28 giugno 2012

Piccole bozze (personali) [2]

"A ogni tuo respiro sul mio collo
mi privavi del mio.
L'amore che mi donavi mi gonfiava
di felicità.
Il tuo ricordo, ora, mi appesantisce
il cuore.

Lasciami sola con me stessa,
abbandonami una seconda volta.
Porta con te ogni carezza,
ogni bacio,
ogni sussurro.
ed ogni parola d'amore.
Sono come macigni che frenano
il mio passo
verso qualcosa di nuovo."

***

"Credevo nella
bellezza
dell'amore.

E tu
l'hai disintegrata."

***

"Smettila di
assordarmi col tuo
nome.
L'unica cosa che
voglio da te è il
tuo silenzio."

***

"Ma come faccio a farmi cadere
di nuovo
nel vuoto più totale?
Le mie ali me le hanno spezzate.

E non credo ci siano braccia
abbastanza forti da prendermi al volo,
mentre mi abbandono.

Voglio ali nuove.
Volare da sola,
lontano da tutto e da tutti.

Tanto, ognuno è solo.
Anche senza ali."

martedì 26 giugno 2012

Pausa.

Pausa.
Nella mia testa, un vortice di pensieri.

Ho voglia di urlare,
di gridare al mondo.
Ma c'è solo un violento eco
che rimbomba ovunque
dentro di me.

Vorrei assordare la mia mente.
Vorrei accecare la mia rabbia.
Vorrei riscrivere la mia vita.

Ho bisogno di certezze. Sento il nulla sotto ai piedi.
Non ho pilastri, non ho sostegni.
Ho solo i miei polmoni per respirare in questo
vuoto.

Voglio una mano a cui aggrapparmi.
Voglio degli occhi in cui trovarmi.
Voglio labbra a cui abbandonarmi.

Voglio conservare dolci parole in me.
E' questo l'eco che voglio nel cuore,
prima di addormentarmi.

Datemi l'eco che voglio.

lunedì 25 giugno 2012

Piccole bozze (personali) [1]

"Piove, tutto tace.
Urla, dentro la tua testa.
Il tuo cuore, un tamburo.
Il mondo, un inferno silenzioso."

***

"Ascoltati di più.
Togli le voci degli altri dalla tua testa,
e ascolta l'unica voce che dice il vero, la tua.

Le persone sono come il mare:
in superficie si agitano e si scontrano
con la vita,
come onde.
Ma nel profondo esiste un mondo
che neanche loro arriveranno
mai
a scoprire.

Anche tu, lascia quel mondo lì dov'è.
Smettila di scoprire il mare degli altri.
Cerca di scoprire il tuo."

***

"Uno sguardo che mi accarezza il cuore.
Una mano che mi accarezza una guancia.
Un sorriso che mi scioglie.

Una risata che mi scalda l'anima.
Una parola che mi consola.
Un abbraccio che mi rincuora.

Un addio che mi distrugge."

***

"Chiediti cosa hai sbagliato.
Ripensa a cosa cambieresti
del tuo passato.
Torturati per le scelte che hai fatto.
Punisciti per non esserti fermata.
Combatti per uscirne viva.

Amati, per ricominciare."

***

"Guardati allo specchio.
Se non ti piace quel che vedi
prendi la tua vita in mano.
Cambia. Solo
tu
sei l'artefice della tua vita.
Elimina quel che ti uccide.
Avvicina quel che ti salva.
Guarda negli occhi la paura di
ricominciare.
Sfidala.
Falle capire che sei pronta di nuovo.
Che non ti tiri indietro.
La vita è tua, fanne ciò che vuoi.
Rischia.
Solo così puoi migliorarla."

***

"Momenti che come
un respiro
volano via.
Un ossigeno
che non è più
tuo."

Un cuore da difendere

Tante pagine strappate,
ma sempre lo stesso cuore infranto.
Continui a cercare una luce offuscata dalla realtà.
Una realtà che a volte ami, altre detesti.
E quando ami, ti illudi. Rincorri una felicità
che non esiste.

Allora ti fermi affannata, e in un istante,
vedi quel che avresti dovuto vedere prima
di iniziare a correre.
Cos'è che stai seguendo?

Fermati.
Respira.
Apri gli occhi e chiudi il cuore. Solo tu
puoi riempirlo con quel che desideri veramente.
Non rincorrere quel che la vita ti ha prestato.
Appena lo raggiungi e lo tocchi appena,
tutto svanisce nel nulla.
E tu, da sola di nuovo.

La vita dà, la vita toglie.
Allora, tu devi stare immobile, lascia che l'esistenza
e le emozioni che si porta dietro, che ogni cosa
ti piova addosso.
Se rimani immobile respiri meglio, 
il cuore batte solo per te, senza che nessuno lo sporchi.
Lascia che ogni goccia si confonda
alle lacrime che comunque 
verserai.

Piangi in silenzio. Nessuno deve vederti.
In ogni lacrima c'è un sentimento da 
custodire.
Non sprecarli, sono troppo preziosi
per donarli a qualcuno
che prima o poi ti deluderà.

Se sei forte, allontana il mondo da te.
Ti inquina, ti spezza, ti odia.

Felicità apparente.
Istanti da dimenticare.
Un cuore da difendere.

Cenere


Vorrei che tu fossi come questa sigaretta. Vorrei ti consumassi tra le mie labbra.
Ma non è così.
Dici di non amarmi più, ma io credo che tu non abbia mai amato.
Nè me, nè te stesso.
Mi pensi mai? Io ogni tanto lo faccio, ma non lo vorrei.
Così cambio pensiero, ma tu ritorni, e schiacci ogni cosa nella mia testa,
te ne impadronisci come hai fatto con ogni parte di me.
Mi avveleno i polmoni pensandoti,
quando tu mi hai già avvelenato il cuore.
Non lo merito, mi dispiace.
Lascio la sigaretta a metà, e la butto.
Come tu hai fatto con noi.
Hai abbandonato qualcosa di grande, e l'hai gettata in un passato che non tornerà.
Per questo io ti odierò sempre.
Se prima eri la mia luce, ora sei l'oscurità che si è stabilita in qualche parte di me,
una parte troppo profonda da raggiungere in così poco tempo.